ProTouch bambini tuta-judo KEIKO Bianco Bianco Bianco 0732c4

Un blog di Paolo Attivissimo, giornalista informatico e cacciatore di bufale

2018/05/01

ProTouch bambini tuta-judo KEIKO Bianco Bianco Bianco 0732c4

ProTouch bambini tuta-judo KEIKO Bianco Bianco Bianco 0732c4

Ultimo aggiornamento: 2018/05/05 7.50.

Una delle obiezioni più frequenti all’introduzione delle automobili elettriche è che se le usassero tutti richiederebbero una quantità insostenibile di energia elettrica per caricarle. Ma è vero?
Condizione:
Nuovo con etichette: Oggetto nuovo, non usato e non indossato, nella confezione originale (scatola o borsa) e/o con ... Maggiori informazionisulla condizione
Materiale: 100% Cotone
Marca: ProTouch EAN: Non applicabile
Merkmal3: resistente all'usura, Cotone, Characteristic2: Judo tuta, tuta, tuta di Judo del bambino,
MPN: 73614 104 Merkmal1: Ragazzi, Ragazzi, Bambini, Ragazze, Ragazze,

Vorrei proporvi di ragionarci sopra insieme, mettendo insieme i dati per il caso dell’Italia e facendo due conti almeno spannometrici per vedere cosa salta fuori. Non ho pretese di precisione assoluta: è giusto per capire l’ordine di grandezza. Quante centrali elettriche in più servirebbero? Cinque, dieci, cento, mille, nessuna?

Servono sicuramente alcuni dati fondamentali:

  1. Quante automobili ci sono in Italia?
  2. Quanta strada percorrono?
  3. Quanta energia elettrica servirebbe per far fare la stessa strada usando auto elettriche?
  4. Rispetto ai consumi elettrici italiani, quest’energia necessaria che percentuale è?

Tre altre domande aggiuntive interessanti da porsi:

  1. Quanto peserebbero i picchi di consumo, se tutti mettessero la propria auto sotto carica la sera?
  2. Quanta superficie fotovoltaica servirebbe?
  3. Quanto tempo servirebbe al ricambio dell’intero parco auto italiano?

Alcune fonti probabilmente utili per ragionare anche su altri aspetti, come la composizione e l’età del parco circolante, sono nei rapporti ACI-Censis e nel documento Consumi di energia nel settore Trasporti (Gse.it).

L'idea per questo articolo nasce da questo tweet, che mostra una presentazione di Enel X a un corso di formazione per giornalisti, nella quale si afferma che se in Italia ci fossero 37 milioni di auto elettriche Tesla Model S (0,18 kWh/km) con un chilometraggio medio di 12.000 km/anno, i consumi derivanti dalle loro ricariche sarebbero 80 TWh (presumo annui) mentre le energie rinnovabili in Italia nel 2015 ammontavano a 110 TWh, ossia circa il 35% del consumo totale:


ProTouch bambini tuta-judo KEIKO Bianco Bianco Bianco 0732c4ProTouch bambini tuta-judo KEIKO Bianco Bianco Bianco 0732c4


Ringrazio @mikemoevolution per gli spunti e i dati iniziali che ha raccolto: se avete dati più precisi o aggiornati o correzioni da proporre a questo ragionamento sommario, segnalatemeli nei commenti. Questo articolo è solo un punto di partenza per ragionare sull’argomento.


1. Quante automobili ci sono in Italia?


C’è un notevole disaccordo fra le fonti specialistiche: il dato varia da 37 a 44 milioni di auto (esclusi camion, autobus, moto e altri veicoli).
  • Secondo i dati ACI sul parco veicolare al 31 dicembre 2016 riportati da Comuni-italiani.it, le auto erano circa 38 milioni (37.857.238) nel 2016. Il link riporta anche dati molto interessanti sul numero di motocicli, trasporti merci, autobus e altri veicoli.
  • Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato come open data il parco circolante dei veicoli su strada in Italia aggiornato al 25 febbraio 2017, che conta circa 44 milioni di automobili (44.353.086). Il dato non include camion, autobus e altri veicoli.
  • Secondo i dati dell’UNRAE pubblicati da ANSA il 5/5/2018, al 31/12/2017 c’erano in Italia 37,1 milioni (37.160.000) di autovetture.


2. Quanta strada percorrono?


Facile.it parla di 11.200 km/anno di media (dati 2016), ossia 31 km/giorno. segnala, sulla base dei dati di Facile.it, anche le differenze regionali. Segugio.it parla di 15.000 km/anno (dati 2015), ossia 41 km/giorno, e di 11.000 km/anno (dati 2016). Ma questi sono i chilometri per automobilista, non i chilometri per auto, e quindi fare una semplice moltiplicazione potrebbe introdurre un errore significativo (per esempio, un automobilista che ha due auto dividerà i suoi km/anno sulle due auto; però esistono anche automobilisti, per esempio marito e moglie, che condividono la stessa auto).


3. Quanta energia elettrica servirebbe per far fare la stessa strada usando auto elettriche?


Prendiamo per esempio un’auto elettrica di dimensioni medie, la nuova Nissan LEAF, che ha una batteria da 40 kWh e un’autonomia di 270 km in ciclo combinato (415 km in ciclo urbano) secondo lo standard WLTP (dati Nissan).

Supponiamo, per spannometria, che i km/auto coincidano con i km/automobilista e prendiamo i casi peggiori (chilometraggio massimo e autonomia minima): per fare 11.000 km/anno, una LEAF avrebbe bisogno di 11.000/270 = 40,7 ricariche da 40 kWh, pari a 1.629 kWh/anno.

Supponiamo il caso peggiore, ossia che le auto siano 44 milioni e abbiano tutte grosso modo questo consumo elettrico: per farle andare servirebbero 71.7 TWh/anno.


4. Rispetto ai consumi elettrici italiani, quest’energia necessaria che percentuale è?


Il consumo elettrico annuo dell’Italia ammonta a circa 295 TWh (Terna 2016; da non confondere con il fabbisogno, che è pari a 314 TWh). Circa un terzo proviene da fonti rinnovabili (107 TWh, ARERA 2016). La percentuale è quindi il 24.3%.


5. Quanto peserebbero i picchi di consumo, se tutti mettessero la propria auto sotto carica la sera?


La domanda è probabilmente mal posta, perché molte auto sono parcheggiate da qualche parte per lunghi periodi anche di giorno, per cui potrebbero essere messe sotto carica anche durante il giorno. Inoltre le auto di solito passano gran parte del proprio tempo ferme da qualche parte (per strada, nei parcheggi, in garage), per cui una rete di ricarica lenta ma capillare permetterebbe di contenere i picchi. Ma se qualcuno vuole cimentarsi nei calcoli, questo spazio è a sua disposizione.

Paratibia Top Ring X-Light PU NERO LGuanto in PU Boxe Punch Pad Formazione a mano obiettivo di messa a fuoco Guanti da combattimento Arancione,Casco Vantage Combat Face Saver Taglia Unica,Thermo Uomini Camicia a maniche lunghe, Grigio Scuro/Grigio, XL Uomini S by spaio,2pcs Ascenseur Dscenseur Pied Gauche Droite pour Corde 8-13mm,(TG. XXL) Odlo Tights sliq Warm Pantaloni Lunghi, Uomo, Tights SLIQ Warm, (x2X),MIZUNO Wave Universe 4 8kr-16045,Fusion Salite Swift alluminio a triplo blocco Modificato D Forma ad alta (d1R)BOOSTER Guantoni BT allenamento-grigio, Muay Thai Boxe Guantoni da boxe allenamento,Calcio, balilla, roberto, sport, ricambi, asta, competitionOxbow j1leon Cintura Pelle Reversibile Uomo, Uomo, J1LEON, Nero, FR : 105 (J0o),Exit Trampolino elegante Ø366CM CON RETE DI SICUREZZA DELUXE RossoBambini, Scollo a V Mooto MTX2 Wtf Tae Kwon Do Basic Uniforme Ideale, Dobok Gi,T-shirt Venum Giant Plasma S,Everlast Protex Guantoni, Nero, 10 oz S/M (G1F),SPHINX SET PUGILATO: PANTALONCINO E CANOTTA rosso TRASPIRANTE PERSONALIZZABILE,Montane Terra Pantaloni 4 Stagioni Pantaloni da Trekking S Grafite Corti,LUNA Luna Tastiera Arrampicata Training Board, 70x14x4cm Bianco,Fox-Fight w8 Ringer Wrestling Scarpe in pelle scamosciata BOXING ARTI MARZIALI FITNESS,blu 10 once, 184 g EMRAH, guantoni da box Maya in pelle per Muay Thai, (4tt),Petzl Boreo Blu Jean S/M,Ferrino, Cover Reg, Coprizaino Unisex, Giallo, Unica regolabile,Buffalo Grande Viso Maglietta Progettato per Arrampicata,(TG. Large) Venum Elite Parastinchi Standup, Nero, L - NUOVOTimer led a 6 cifre con programmi + telecomando wireless, 12 v cod.ahf-154 toorx,Venum Prossoator, Parastinchi Standup Unisex, Nero/Bianco, M (K0a),Aloiki oro Beach 30 Multicolourosso , Monopattini Aloiki , sport , Sport urbaniCOLORE ROSSO SACCO BOXE PIENO /PUGILATO 30 KG ROSSO ULTRA RESISTENTE KOOLOOKNS. 336284 SCARPA Mojito City Goretex 44,Mammut Genesis Asciutto Arrampicata su Roccia Corda, 50m x 8.5mm Fuoco Ocean

6. Quanta superficie fotovoltaica servirebbe?


Secondo questi calcoli australiani, i cui parametri sono paragonabili a quelli italiani, servirebbero circa 12 metri quadri di pannelli per ogni auto. Altre info sono qui.

Per 44 milioni di auto servirebbero circa 528 milioni di metri quadri, ossia 528 kmq, pari a un seicentesimo della superficie dell’Italia (301.340 kmq) o alla superficie del comune di Monreale, in Sicilia (che cito solo perché è quella che più si avvicina al valore di 528 kmq).

Tuttavia un esperimento informale di Bjørn Nyland (video) sembra indicare che è necessaria una superficie ben più ampia, visto che con 9 mq riesce a generare circa 1,3 kW nel caso migliore.

Sto naturalmente tralasciando dispersioni e variazioni d’insolazione per latitudine e stagione e per semplicità non ho considerato la possibilità di impianti eolici, particolarmente in mare. Questo conticino serve giusto per capire se si tratterebbe di ricoprire di pannelli la Lombardia intera o no.

Se avete calcoli migliori, segnalatemeli.


7. Quanto tempo servirebbe al ricambio dell’intero parco auto italiano?


Secondo i dati ACI, le nuove immatricolazioni (o iscrizioni) nel 2017 sono state poco meno di due milioni (1.994.407), mentre le disimmatricolazioni (radiazioni) sono state circa 1,5 milioni (1.414.635). Ipotizzando che il parco auto non aumenti rispetto ai 44 milioni di unità attuali e che questi andamenti si mantengano, per sostituire l’intero parco auto italiano servirebbero spannometricamente dai 22 ai 29 anni.


Ho sicuramente introdotto molte approssimazioni e semplificazioni. I commenti sono a vostra disposizione per migliorare questi conticini veloci.



Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi è piaciuto, potete incoraggiarmi a scrivere ancora facendo una donazione anche voi, tramite Paypal (paypal.me/disinformatico), Bitcoin (3AN7DscEZN1x6CLR57e1fSA1LC3yQ387Pv) o altri metodi.
Pubblicazione iniziale:

Pagine mobile